Kinder
AnimalieAmbiente.it / rubriche / IL VETERINARIO RISPONDE / Quando far sterilizzare la gatta dopo il parto?

Quando far sterilizzare la gatta dopo il parto?

Risponde il medico veterinario Giuseppe Larosa

01 agosto 2016
| di Giuseppe Larosa
Quando far sterilizzare la gatta dopo il parto?

Buongiorno, la mia gatta ha dato alla luce cinque gattini meravigliosi e a distanza di un mese ancora li allatta. Premetto che la gatta è di strada e da circa un anno vive praticamente nel nostro giardino e quindi l'abbiamo adottata. Per  evitarle una nuova gravidanza volevamo sapere quanto segue:
- entro quanto tempo dovremmo procedere alla sterilizzazione, considerando che il nutrimento base dei gattini è ancora il latte materno?
- è vero che la gatta, finchè allatta i piccoli, non va in calore e quindi non rischia di rimanere incinta di nuovo?
- quanto tempo dobbiamo lasciare la gatta al medico veterinario e cosa dobbiamo fare prima di portarla?
Grazie in anticipo per la collaborazione. Massimo

 

Poiché la gatta vive all’esterno, quando i gattini avranno circa 40/50 giorni, quindi ben svezzati, si può procedere alla sterilizzazione. Di solito le gatte in allattamento dovrebbero non andare in calore per circa due mesi dal parto, in alcuni casi fino a due mesi dopo la fine dell’allattamento, ma spesso, purtroppo, si vedono gatte andare in calore pure durante il periodo di  allattamento.

 

Per l’intervento di sterilizzazione la gatta dovrà effettuare degli esami di laboratorio preoperatori e va tenuta a digiuno il giorno dell’intervento. La sera potrà tranquillamente tornare a casa.

IL VETERINARIO RISPONDE:

Visualizza tutti gli articoli

@liciaanimalie

Corpo Forestale Dio li fa poi li accoppia